Ottocento – Da Canova al Quarto Stato

Ben 100 i capolavori selezionati da Maria Vittoria Marini Clarelli, (Soprintendente alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma), Fernando Mazzocca e Carlo Sisi (i maggiori studiosi dell’arte del secolo e già curatori delle mostre dedicate ai Macchiaioli e a Boldini), con l’intento di dimostrare come una serie di pittori straordinari, tra Roma e Milano, Firenze e Napoli, abbiano lottato in contesti e situazioni storiche difficili, per realizzare opere che fossero all’altezza della migliore tradizione nazionale: Appiani, Palagi, Hayez e i rappresentanti della Scuola Romantica a Milano, i Macchiaioli come Fattori, Lega, Signorini a Firenze, i vedutisti della Scuola di Posillipo e Morelli a Napoli. Sono così arrivati a noi gli strepitosi ritratti, come quello dell’eroica Principessa Belgiojoso, i sensuali nudi femminili dell’autore del Bacio, Francesco Hayez, le malinconiche scene familiari, come l’indimenticabile Canto di uno stornello di Silvestro Lega, le smaglianti tavolette (su cui svetta l’incanto dei Bagni della Rotonda Palmieri) e gli intensi ritratti di Giovanni Fattori.La mostra "Ottocento – Da Canova al Quarto Stato" intende mettere a confronto presupposti e esiti diversi, tra il linguaggio della "macchia", basato su una potente sintesi plastica e cromatica, e la materializzazione dell’immagine perseguita tra le vibrazioni luminose di Morelli e le sperimentazioni atmosferiche della Scapigliatura e del Divisionismo. I protagonisti di questo movimento, Segantini, Morbelli, Novellini, Previati, Pelizza da Volpedo, presenti con capolavori indimenticabili anche per il loro significato storico, come il celeberrimo "Quarto Stato", testimoniano la grandezza e la modernità, assolutamente europee, di questa ultima grande stagione della pittura italiana dell’Ottocento. Non mancano, infine, capolavori assoluti della scultura di artisti come Canova, Tenerani, Bartolini, Vela, Duprè, Cecioni, Gemito, sino a Medardo Rosso.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Ottocento – Da Canova al Quarto Stato