PA online: Liguria e Bologna le migliori

Lo studio, condotto su 500 siti istituzionali (20 regioni, 102 province, 103 comuni capoluogo di provincia, 92 comuni sopra e 183 sotto i 40 mila abitanti), offre una fotografia chiara e completa sullo stato dell’innovazione tecnologica nell’amministrazione pubblica italiana a livello territoriale. La situazione appare incoraggiante e fa registrare una maggiore disponibilità di prestazioni telematiche e una maggiore integrazione fra le stesse. Stando al rapporto, i servizi più diffusi riguardano il pagamento di tributi, attivo nel 23,3% dei comuni capoluogo e nel 5,5% dei comuni più piccoli. Il 36,9% dei comuni capoluogo copre ogni settore di possibile interesse del cittadino con contenuti di livello almeno informativo. Ad essere aggiornati quotidianamente sono quasi tutti i portali regionali e più del 60% dei siti di province e comuni capoluogo. Le FAQ, le domande più frequenti che possono risultare utili alla navigazione degli utenti, sono nelle home page di 12 regioni, e in più del 20% di siti provinciali e delle città capoluogo.Superando una resistenza presente in passato, più del 70% nei comuni capoluogo diffonde inoltre indirizzi e-mail del personale amministrativo, come quasi l’80% delle province e l’85% delle regioni. Come anticipato, nel rating dei siti del Censis, quello della Regione Liguria ancora è il miglior sito regionale, parte di un "triangolo della qualità" con i siti di Emilia Romagna e Toscana, ma quest’anno si aggiunge il Piemonte in crescita. I comuni di Bologna e Torino sono come sempre ai vertici del rating dei comuni capoluogo. Tra le province, ai primi posti: Bologna, Milano, Bergamo, Ferrara e Bolzano.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > PA online: Liguria e Bologna le migliori