PalmOne: da oggi chiamatemi Palm

PalmOne ha inoltre reso noto che entro l’anno cambierà il nome della società proprio in “Palm Inc.” e che, contemporaneamente, presenterà al pubblico un logo totalmente nuovo. Oltre al versamento della ingente somma di denaro, l’accordo tra le due società prevede anche il rinnovo fino al 2009 del contratto che lega PalmOne alla PalmSource per la fornitura dei sistemi operativi. Alcuni diritti marchio “Palm”, inoltre, rimarranno a disposizione di PalmSource e dei suoi partner per un periodo di transizione fissato a quattro anni. La compravendita è stata formalizzata ad appena un giorno da un inaspettato cambio di guardia nei vertici della PalmSource, con l’ex amministratore delegato David Nagel che ha consegnato a sorpresa le dimissioni dal proprio incarico. Il marchio “Palm”, di cui PalmSource è attualmente proprietaria al 55%, sembrerebbe quindi rappresentare un vero e proprio valore aggiunto nel settore dei palmari. Quattro lettere che nell’ottica di un ambizioso piano di marketing possono essere stimate addirittura 30 milioni di dollari.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > PalmOne: da oggi chiamatemi Palm