Panda Alessi: il design sposa l’utilitaria

Se la linea esterna della Grande Punto porta la firma di Giorgetto Giugiaro, la nuova versione della Panda ha infatti visto la collaborazione tra il Centro Stile Fiat e Stefano Giovannoni di Alessi. Per la Panda Alessi faranno bella mostra di sè due originali vetture dalle tinte di carrozzeria verde e nero. Derivata dal concept car che ha debuttato al Salone di Parigi del 2004, Panda Alessi è l’esempio di una rilettura in chiave estetica da parte di un marchio esterno al settore. All’esterno, la nuova versione mantiene inalterata la linea del modello Panda, proponendo alcuni interventi estetici e cromatici sulla mascherina anteriore, sulle modanature delle portiere e sui codolini passaruota. Inoltre, sono stati ridisegnati i paraurti, le coppe ruota e l’antenna posteriore. In dettaglio, Panda Alessi si contraddistingue per le originali coppe ruota dal design esclusivo che incorpora il caratteristico "omino" Alessi, le barre sul tetto e le fasce paracolpi bianche, oltre a poter "vestire" tre colori di carrozzeria: arancio Narciso, verde Tagliente e nero Cattivo. Più evidente, invece, il restyling interno: modificata la serigrafia dello strumento, oltre al tessuto e al colore dei sedili (disponibili in arancio o verde). Completamente ripensato il mobiletto del tunnel che incorpora un originale vano portatutto di forma rotonda (ideale come porta CD) e un supporto portacellulare in silicone. Infine, il contorno comandi del climatizzatore e la gemma del cambio sono colore metallo. Da sottolineare, inoltre, che la Panda Alessi è la supercompatta più sicura dell’intera categoria, grazie ad un prodotto realizzato per ottenere la migliore sicurezza preventiva, attiva e passiva. Lunga solo 354 centimetri, larga 158 e alta 154, la Panda Alessi può ospitare cinque persone, è dotata di un bagagliaio tra i più capienti del segmento (206 litri che possono diventare 236 con il sedile posteriore scorrevole) e vanta uno dei migliori coefficienti di abitabilità globale del segmento. Di carattere anche la motorizzazione, grazie al motore Fire di 1242 cm3 dai consumi ridotti. Il propulsore, capace di sviluppare una potenza di 44 kW (60 CV) a 5000 giri/min e una coppia di 102 Nm (10,4 kgm) a 2500 giri/min, permette di raggiungere la velocità massima di 155 km/h, mantenendo sotto controllo i consumi: nel ciclo combinato sono 5,6 litri ogni cento chilometri percorsi. Per quel che riguarda la ricca dotazione, Panda Alessi propone di serie: ABS, servosterzo elettrico Dualdrive, chiusura centralizzata, doppio airbag anteriore, fendinebbia e appoggiatesta posteriori. E ancora: climatizzatore, radio CD, specchi retrovisori esterni elettrici, sedile guidatore regolabile in altezza, schienale posteriore sdoppiato 50/50, telecomando, maniglia attiva sul portellone e… sistema vivavoce Bluetooth. Definirla utilitaria sarebbe riduttivo.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Panda Alessi: il design sposa l’utilitaria