Pandora: la risposta Intel al Mac mini

Sviluppato in collaborazione con Intel, il mini-Pc entrerà nella gamma dei prodotti XC Cube di AOpen, società nell’orbita del gruppo Acer. Con Pandora si conferma così l’impegno di Intel e dei propri partners per il segmento degli entertainment Pc, un settore in cui Apple sembra per ora avere la meglio. Don MacDonald, General Manager del Digital Home Group di Intel, dopo i primi prototipi ha dichiarato che il futuro dei computer da “salotto” sta nelle dimensioni contenute, nello stile e nei costi ridotti. Solo in questo modo i costruttori di mini-Pc potranno infatti competere con Apple ed il suo Mac mini, venduto ad appena 500 dollari. Tornando a Pandora di AOpen, il prototipo è caratterizzato dal tasto accensione e da uno slot Cd nella parte frontale, con 3 ingressi USB, il connettore della tastiera e una porta seriale sul retro. Il mini computer è inoltre dotato di funzionalità wireless interne ed una singola ventola per il raffreddamento. Sempre AOpen ha poi annunciato la partnership con Intel per quel che riguarda l’ATX Pentium M i915Ga-HFS, una motherboard ibrida basata sul Pentium M (Dothan) socket 479, il chipset Intel 915G ed il controller I/O ICH6. Proprio questa soluzione, come indicato dal costruttore stesso, è tra le maggiori candidate a divenire il cuore pulsante di Pandora. Sempre AOpen ha tuttavia annunciato la costruzione di motherboards basate sui nuovi processori Pentium D, con i chipset 945G e 945P di Intel. Le due schede madri costituiscono il primo supporto di
AOpen per le CPU dual-core ed entrambe possono essere usate con processori Pentium 4 con un front side bus (FSB) a 1066/800/533MHz.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Pandora: la risposta Intel al Mac mini