Paris Hilton torna in carcere tra le lacrime

Il prematuro rilascio, concessole dopo appena tre giorni per una presunta condizione medica che ne sconsigliava la detenzione, si è trasformato in un pianto abbondante nel momento in cui l’ereditiera ha ricevuto la notizia di dover tornare in carcere. Segnaliamo infatti che la scarcerazione era avvenuta dopo che lo psichiatra di Paris Hilton si era detto convinto che la sua cliente fosse a rischio esaurimento nervoso. Fuori per appena tre giorni, l’ereditiera ha però dovuto fare dietrofront e tornare, tra lacrime e polemiche, presso l’istituto di Lynwood.Paris, salvo nuovi colpi di scena, dovrà così scontare tutti i 45 giorni di reclusione decisi al termine del processo che l’ha vista condannata per aver guidato senza patente. A deciderlo è stato il giudice Michael Sauer, in seguito al ricorso presentato dalla procura di Los Angeles, ad opera del pubblico ministero Rocky Delgadillo, contro la scarcerazione anticipata.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Paris Hilton torna in carcere tra le lacrime