Parla.it: nuova proprietà e nuove offerte

Giuseppe Sbrissa, presidente della società di Segrate, ha dichiarato: "L’acquisizione di Parla.it è per noi strategica e siamo orgogliosi che France Telecom abbia scelto la nostra proposta, permettendoci di proseguire il percorso di sviluppo di questa dinamica società. L’acquisto di Parla.it ci permetterà di proporre offerte Dual e Triple Play estremamente convenienti”. Una società italiana diventa quindi protagonista del mercato VoIP, anche se non sono già mancati alcuni "mugugni" sull’operazione. A far discutere è stato infatti il disimpegno di France Telecom in un progetto nel quale aveva investito ingenti quantità di tempo e risorse. Un dato che, secondo gli analisti, potrebbe venire interpretato come una mancanza di fiducia verso il VoIP della penisola. Nell’era dell’unbundling e delle offerte "complete", infatti, Parla.it rischiava di perdere il vantaggio acquisito dall’essere stata una delle società pioniere delle telefonate via Internet in Italia. Con l’acquisizione da parte di Digital Television, però, il gap potrebbe venir colmato dal nuovo piano di sviluppo che prevede, per l’anno in corso, offerte IPTV, ADSL e Voce disponibili in Veneto, Toscana e Sicilia e ADSL-Voce nel resto d’Italia. Il primo obiettivo, per il 2006, è pari ad un parco clienti residenziale di circa 30.000 unità. Sbrissa ha sottolineato che per ottenere questo target si punterà su "Proposte commerciali che diano reali possibilità di risparmio a tutte le famiglie italiane alla ricerca di nuove soluzioni tecnologicamente avanzate". Per quel che riguarda l’attuale clientela, Digital Television ha già annunciato che i prezzi e le caratteristiche dei piani tariffari attualmente in vigore verranno mantenuti, anche se, contemporaneamente, verranno lanciate nuove offerte commerciali all-inclusive.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Parla.it: nuova proprietà e nuove offerte