Pasqua: non solo cibo, ecco gli eventi

Non solo tradizioni religiose e enogastromiche ma anche occasioni di divertimento nei luoghi della cultura, a prezzi contenuti, a volte gratuiti.In Piemonte, tre giorni di apertura per il castello ducale di Aglie’,
l’abbazia di Vezzolano, il forte di Gavi, castello e parco di Racconigi,
castello di Serralunga d’Alba, palazzo Reale, Armeria e galleria Sabauda e i
musei Egizio e di Antichità a Torino. Chiuso il giorno di Pasquetta il castello
di Moncalieri; non visitabili la cappella della sacra Sindone e la villa della
Regina.
In Lombardia, tre giorni di no stop anche per lo scaligero castello di
Sirmione e le grotte di Catullo a Brescia, per il museo di palazzo Ducale di
Mantova, per il Cenacolo Vinciano a Milano. Chiusi per il solo giorno di
pasquetta la pinacoteca di Brera, la cappella espiatoria di Monza, palazzo Besta
a Sondrio. Porte aperte al parco delle incisioni rupestri di Cividate Camuno,
alla villa romana di Desenzano, e per meta’ giornata, al museo archeologico di
Mantova.
In Liguria, visitabili a Genova palazzi Spinola e Reale, a Luni Ortonovo
il museo archeologico nazionale, a Ventimiglia il museo dei Balzi rossi.
In Friuli Venezia Giulia, a Trieste no stop per il museo e il parco di
Miramare e per i musei archeologici di Aquileia e Cividale.
Nel Veneto, percorsi dell’arte a tutto tondo a Venezia nelle celebri
gallerie dell’Accademia, Franchetti alla Ca’ d’oro, museo archeologico e
biblioteca Marciana; chiuso a Pasquetta il museo d’arte orientale, sempre aperta
Villa Pisani a Stra’. Orari continuati e prolungati per l’archeologia veneta,
rispettivamente nei musei di Adria, Este, Portogruaro, Quarto D’Altino.
Molti le occasioni della cultura anche in Emilia Romagna: i luoghi di
Matilde di Canossa, a Reggio Emilia, Pinacoteca nazionale e palazzo Pepoli a
Bologna, castello di Torrechiara a Parma e, invece, a Modena, Galleria e
lapidario estensi, a Marzabotto il museo etrusco, a Sarsina quello archeologico.
Il pubblico potrà visitare la Pinacoteca di Ferrrara, per meta’ giornata di
mattina. Anche a Parma, aperti fino all’ora di pranzo, la farmacia storica di
s.Giovanni, le camere di s.Paolo e s.Caterina, teatro Farnese, Galleria
nazionale.
E ancora, l’abbazia di Pomposa a Codigoro, la ferrarese casa Romei, e i piu’
conosciuti siti di Ravenna come il mausoleo e il palazzo di Teodorico, il
battistero degli Ariani, s. Apollinare in Classe. Orari non continuati per la
casa di Giovanni Pascoli.
Non chiudono le bellezze toscane, poche le eccezioni: a Firenze aperti da
sabato 15 a lunedì 17 aprile, il museo degli argenti di Boboli, Gallerie degli
Uffizi, dell’Accademia, Palatina, il cenacolo del Perugino. Le ville medicee
saranno chiuse lunedì 17, al contrario dei luoghi chiusi per il giorno di Pasqua
ma aperti a Pasquetta, il Cenacolo di Fuligno, e quelli del Ghirlandaio e di
Sant’Apollonia, i musei del Bargello e di S.Marco.
Ad Arezzo, porte sempre aperte per la cappella Bacci nella basilica di
s.Francesco, il museo d’arte medievale e casa Vasari, palazzo Taglieschi a
Anghiari, l’ex abbazia di Safena a Castelfranco di Sopra. Lo stesso a Lucca, a
Villa Guinigi e palazzo Mansi.
A Pistoia, aperto ma con pausa pranzo, il museo di casa Giusti; orario
continuato invece per la fortezza di s. Barbara, e l’ex chiesa del Tau.
Aperti di mattina la pinacoteca di Siena, la certosa di Calci a Pisa, i musei
napoleonici dell’isola d’Elba.
Ore 9-19 da sabato a lunedì per i musei archeologici toscani di Arezzo, Chiusi,
Firenze, Orbetello, Roselle.
Nelle verdi Marche e Umbria l’elenco comprende la Pinacoteca nazionale di
Urbino e le rocche di Gradara e Senigallia. E poi i musei di Ancona, Ascoli
Piceno, Urbisaglia, l’antiquarium di Numana. Aperto di mattina il maceratese
museo di Arcevia, di pomeriggio quello di Cingoli. Sempre visitabili: nella
medievale Gubbio, il palazzo Ducale, a Perugia il tempietto sul Clitumno, la
Galleria nazionale, rocca Albornoz, ipogeo dei Volumni, museo archeologico.
Accessibili anche i musei archeologici di Spoleto e Orvieto, e la necropoli del
Tufo.
Abruzzo e Molise: aperti i musei di Celano, di Chieti, di Campli,
dell’Aquila, l’abbazia di s.Clemente a Torre de Passeri. Meta’ giornata per la
casa di Gabriele D’Annunzio a Pescara e per taverna ducale a Popoli. Chiusi per
la domenica di Pasqua ma aperti il sabato e il lunedì, il castello
cinquecentesco di Gambatesa a Campobasso e il castello Pandone di Venafro a
Isernia. Sempre aperti il santuario di Pietrabbondante, l’area archeologica di
Sepino e s. Maria delle Monache a Isernia. Visitabile fino alle 13 il museo
archeologico di Venafro.
In Basilicata, aperto a Matera a palazzo Lanfranchi, il museo nazionale
della Basilicata da sabato a lunedì, a eccezione dell’ora di pranzo. I turisti
dell’arte potranno visitare senza interruzioni i musei archeologici di Grumento,
matera, Melfi, Metaponto, Policoro, Potenza, Venosa.
Nel Lazio, A Roma, invasa in questi giorni da turisti multicolori, aperti
per 3 giorni dalla mattina alla sera tutti i luoghi piu’ importanti. Dai siti
che raccontano la storia di Roma con in testa il Colosseo (palazzi Altemps,
Massimo, Terme di Diocleziano e di Caracalla, Cripta Balby, tomba di Cecilia
Metella, villa dei Quintili, scavi di Ostia, musei dell’alto medioevo e di villa
Giulia) ai musei del polo artistico (palazzi Venezia e Barberini, gallerie
Corsini, Spada e Borghese, musei di castel s.Angelo e degli Strumenti musicali,
museo Christian Andersen, Galleria nazionale d’arte moderna e contemporanea,
museo Boncompagni Ludovisi).
Sempre al centro città, si potranno ammirare il Pantheon, il complesso
monumentale del Vittoriano, la Calcografia a Fontana di Trevi e a palazzo
Brancaccio, le scintillanti collezioni d’arte orientale. Aperti anche i musei
dell’Eur, oltre ai siti etruschi di Tarquinia, Cerveteri, Veio, Viterbo. Saranno
aperti, inoltre, tanti luoghi della storia e dell’archeologia sul territorio: da
palazzo Farnese a Caprarola, all’abbazia di Montecassino e quella di Trisulti,
palazzo Altieri a Oriolo, le abbazie di Fossanova e Calamari, le scenografiche
ville d’Este e Adriana a Tivoli, oltre ai musei di Nemi, Civita Castellana,
Cassino, Formia, Minturno, Palestrina, Sperlonga.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Pasqua: non solo cibo, ecco gli eventi