Pc dei volontari in rete contro la malaria

Arriva infatti dal Cern, il Consiglio Europeo per la Ricerca Nucleare, il progetto "Africa@home": volontari, con il Pc di casa o dell’ufficio, metteranno in moto una simulazione del programma MalariaControl.net, sviluppato dal Swiss Tropical Institute. Si tratta infatti di un software molto potente studiato per simulare la possibile propagazione della malaria in Africa e prevedere così le zone che saranno più colpite. Per funzionare ed aiutare così i ricercatori, il programma necessita però dell’aiuto di migliaia di volontari e dei loro computer, collegati in una sorta di rete. Per installare MalariaControl.net, che funziona "in background" senza disturbare le normali operazioni, i volontari devono solo scaricare il software dal sito Africa@home.Tutti i computer saranno impegnati in calcoli scientifici che, regolarmente, verranno inviati al server dell’Università di Ginevra, dove saranno valutati dai ricercatori. Uno degli obiettivi del progetto è quello di coinvolgere le istituzioni accademiche africane nello sviluppo del software. Il Prof. Tom Smith del Swiss Tropical Institute ha dichiarato: "Africa@home e l’uso volontario del computer aprono davvero nuovi orizzonti per noi. In pochi mesi abbiamo realizzato più modelli epidemiologici di quanti ne saremmo riusciti a creare in diversi anni con i computer a nostra disposizione".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Pc dei volontari in rete contro la malaria