Pena di morte, il sì dell’Onu alla Moratoria

Il nostro è stato infatti tra i paesi che hanno messo tra i temi prioritari delle politica estera proprio la lotta contro la pena di morte a livello internazionale. Una campagna convinta e tenace che negli anni ha contato sulla partecipazione attiva di governo, istituzioni, forze politico-parlamentari e organizzazioni non governative. La stessa società civile italiana ha contribuito a mantenere elevata, in questi mesi, l’attenzione internazionale sulla moratoria universale delle esecuzioni.

"E’ davvero una giornata storica – ha commentato Presidente del Consiglio, Romano Prodi – e l’orgoglio dell’Italia è quello di avere promosso per prima un’iniziativa che si è progressivamente trasformata in una grande coalizione internazionale, a favore del diritto e della dignità umana". L’Assemblea di Strasburgo ha inoltre annunciato la partecipazione alla Campagna mondiale conto la pena di morte, invitando tutte le istituzioni dell’UE ed il Consiglio d’Europa a proclamare, a partire dal 2007, il 10 ottobre quale "Giornata europea contro la pena di morte".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Pena di morte, il sì dell’Onu alla Moratoria