Per fare Jugo ci vuole il seme

Che, per noi comuni mortali, legati alle contingenze del quotidiano, equivale a dire che si è abbandonato il lettino in riva al mare a beneficio della scrivania dell’ufficio. Bando ai piagnistei, noi di Jugo siamo abituati a vedere il bicchiere mezzo pieno (di tequila e affini) e, in vena di metafora, ci piace pensare che dai frutti che stanno cadendo dagli alberi (o erano le foglie?) molti semi si diffondono nel terreno affinché il ciclo della natura possa perpetuarsi. In questi primi mesi di vita, Jugo, di semi ne ha già sparsi tanti. Uno per tutti, il partecipatissimo evento allo Shalimar dal quale è "germogliato" il casting the taste of
passion. Da oggi, sino alla fine del mese, potrete infatti votare la ragazza che rappresenterà Jugo per tutto il 2005. Per non parlare, poi, di Jugo Incontri, il passatempo più trendy della rete a cui Jugo non poteva certo sottrarsi. Per finire, gli ormai copiosi articoli che il nostro periodico on line mette a disposizione in modo completamente gratuito, grazie anche alla entusiasta (ed entusiasmante) collaborazione di molti lettori/collaboratori. Fedeli al ciceroniano "Ut sementem feceris ita metes" restiamo in attesa dei nuovi frutti.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Per fare Jugo ci vuole il seme