Per Gates le password sono superate

Per il “guru” di Redmond sono proprio quest’ultime a rappresentare il futuro dei sistemi di autenticazione. Sempre secondo Bill Gates, il passaggio alle nuove tecnologie di accesso, agevolate dalla nuova tecnologia a 64 bit, permetterà di risolvere molti dei problemi di sicurezza che si stanno riscontrando in Internet e che spesso finiscono per coinvolgere lo stesso utente “Home”. Le parole di Gates non restano però solo teorie, col discorso sul palco di Copenhagen è lui stesso a confermare che Microsoft ha già pianificato l’adozione delle Smart Card per l’accesso del personale agli edifici e ai sistemi. Queste Card, progettate da Axalto, permettono una programmazione attraverso il Framework MS.NET e operano con i software Active Directory e Identity Integration Server. Un progetto che coinvolge l’azienda Microsoft, ma che non può non interessare anche gli stessi prodotti di Redmond, sottolinea poi Bill Gates: “Il più grande problema dei sistemi di autenticazione è dato dalla debolezza delle password. Non possiamo più affidare la protezione delle nostre informazioni più importanti alle password. È per questo motivo che un numero crescente dei nostri clienti più importanti si sta ormai muovendo verso la Biometria e le Smart Card”. Il discorso alla conferenza IT Forum di Copenhagen ha poi abbracciato anche il tema della riduzione dei costi di gestione dei data center aziendali, un settore in cui Windows e Linux si fanno concorrenza da tempo. La proposta di Microsoft consiste nella Dynamic Systems Initiative (DSI), una serie di soluzioni in grado di semplificare e automatizzare i processi di progettazione, distribuzione ed esercizio dei sistemi hardware/software, integrati attraverso il System Definition Model (SDM). A parte le sigle che ne definiscono le caratteristiche generali, le soluzioni aziendali di Microsoft hanno già dei nomi ben precisi e sono: Microsoft Operations Manager (MOM) 2005, Microsoft Virtual Server 2005, SMS 2003 Device Management Feature Pack, SMS 2003 Operating System Deployment Feature Pack. A questi nomi altisonanti ed a tratti incomprensibili, fa da contraltare l’idea che sta alla base del progetto di Microsoft, cioè quella della semplicità del software. E’ proprio Bill Gates a promuovere la semplicità di utilizzo come necessità assoluta e riscontrabile nel DSI, definendola “magica”. Gates arriverà il 18 novembre a Milano per l’apertura del Futurshow, in occasione della giornata dedicata alla stampa. Potrebbero così emergere nuovi particolari sui progetti di Microsoft.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Per Gates le password sono superate