Per il Brasile un Windows ‘Starter Edition’

Nella lettera, si
consigliava al governo brasiliano di utilizzare freeware e non costosi software
proprietari. Un invito, nemmeno tanto sussurrato, ad escludere dall’operazione
l’adozione di programmi marchiati Microsoft. Ma il colosso di Redmond non ha la
minima intenzione di cedere il passo ai software free. Proprio nell’ottica di
rendere più appetibili i propri prodotti, Microsoft ha appena lanciato una
versione semplificata del suo sistema operativo. Il pacchetto, dedicato
esclusivamente al mercato brasiliano, si chiama Windows Starter Edition e potrà
essere venduto in abbinamento ai computer del programma “PC Conectado”. Per
questa speciale versione di Windows, caratterizzata da un prezzo decisamente
accattivante, la società di Bill Gates assicurerà comunque l’assistenza in
tutto il paese. Non sono invece ancora note le differenze dal sistema operativo
completo, ma si pensa che una delle limitazioni possa riguardare la possibilità
di aprire solo tre programmi contemporaneamente. Se la scelta del governo
brasiliano dovesse orientarsi verso l’utilizzo del software Microsoft, questa
sarebbe l’occasione per entrare nelle case di oltre un milione di abitanti. Una
prospettiva troppo allettante anche per Bill Gates, che non avrà di certo
faticato troppo a rinunciare ad una piccola parte degli introiti diretti
derivati delle vendite, in cambio di un così massiccio ingresso in un mercato
in pieno sviluppo.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Per il Brasile un Windows ‘Starter Edition’