Più controllo per i contenuti Wikipedia

Pare infatti questa l’intenzione dell’ideatore e fondatore Jimmy Wales, trovatosi a far fronte a due disavventure (il caso John Seigenthaler e Adam Curry) capitate nell’arco di pochissimo tempo. Solo gli utenti registrati potranno infatti postare nuove definizioni, mentre agli anonimi rimarrà la possibilità di apportare semplici modifiche. Il motivo di tale scelta è da considerarsi come una tutela della veridicità delle informazioni contenute nella grande enciclopedia ondine e, per la registrazione (velocissima), basteranno username, password ed email. Intanto, lo scorso 9 dicembre la Fondazione Wikimedia ha annunciato una nuova campagna di raccolta fondi della durata di tre settimane (dal 9 al 31 dicembre) con lo scopo di sostenere le attività open source del movimento. Ricordiamo che la Fondazione Wikimedia non ha scopo di lucro e che l’unico intento è quello di fornire contenuto educativo ed informativo libero, ad oggi in oltre 120 lingue. Altra novità recente è poi l’annuncio dei risultati di un’indagine indipendente del magazine Nature su Wikipedia. Nell’articolo "Internet Encyclopedias Go Head to Head" il confronto tra Wikipedia e l’Encyclopaedia Britannica ha rivelato come Wikipedia si avvicini di molto alla Britannica in termini di accuratezza delle "trattazioni scientifiche". Questo studio non può passare inosservato dopo le vicende di Curry e Seigenthaler. Una piccola, grande rivincita per l’enciclopedia free.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Più controllo per i contenuti Wikipedia