Più memoria? Basta avere fame

Lo studio, condotto da Tamas Horvath dell’Università di Yale, ha dimostrato che proprio un aumento della grelina può contribuire ad un miglioramento della memoria. La ricerca, pubblicata sulla rivista Nature Neuroscience, ha interessato un gruppo di topi da laboratorio, ai quali gli scienziati hanno somministrato iniezioni a bese di grelina. Sebbene nell’uomo non sia stata ancora fatta alcuna prova, i risultati dell’esperimento non hanno mancato di sorprendere gli stessi ricercatori. Il gruppo dei topi "normali" a cui è stata fatta l’iniezione con l’ormone gastrico ha infatti evidenziato un aumento della capacità di apprendimento e di memorizzazione con una percentuale in media superiore del 25% rispetto alla condizione precedentemente registrata. Se questi risultati verranno confermati anche sull’uomo, la scoperta di Horvath e della sua equipe potrebbe determinare l’avvento di una nuova generazione di farmaci per malattie come il morbo di Alzheimer e, più in generale, per quelle di tipo neurodegenerativo. Infine, sottolineiamo come già alla fine dello scorso anno, uno studio pubblicato sulla rivista "Circulation" aveva associato alla grelina un’efficacia contro l’aterosclerosi.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Più memoria? Basta avere fame