Più memoria? Muovete gli occhi

Muovendo gli occhi in diverse direzioni, ha spiegato lo scienziato, è infatti possibile migliorare la comunicazione tra i due emisferi del cervello, ottenendo performance più soddisfacenti dalla propria memoria istantanea.Per arrivare a tali risultati, illustrati anche sulla rivista scientifica "Brain and Cognition", l’equipe guidata da Andrew Parker ha preso in esame oltre 100 studenti universitari, sottoponendoli a più test e riscontrando migliori prestazioni nei ragazzi che, al mattino, avevano allenato i propri occhi per i 30 secondi indicati. Per Parker, questa scoperta potrebbe rivelarsi utile per coloro che devono affrontare un esame o per contrastare qualche defaillance di troppo della memoria.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Più memoria? Muovete gli occhi