PianoInnovazione: Roma contro il Digital Divide

Tre i fronti su cui si muoverà il progetto: la realizzazione di aree pubbliche con accesso Wi-fi ad internet da parte dei cittadini dei Comuni della provincia di Roma; la diffusione della Banda Larga in tutte le abitazioni della provincia di Roma attraverso lo sviluppo del piano "ZeroDD"; l’apertura di 50 centri di creatività e innovazione sul territorio Provinciale.Per quanto riguarda la rete Wi Fi, saranno quaranta gli Hot Spot entro il 2008 (altri 400 Hot Spot entro due anni) realizzati, di proprietà della Provincia, e costituiranno il primo nucleo di una rete federata a cui possano connettersi anche reti di privati o di altre istituzioni. L’idea di base è quella di unire le risorse e condividere i benefici con altre reti pubbliche di biblioteche, istituzioni, centri sociali, centri sportivi e ricreativi.Attraverso un accordo che la Provincia intende sottoscrivere con le quattro università pubbliche di Roma (La Sapienza, Tor Vergata, Roma Tre e Iusm), questi hot spot permetteranno inoltre agli studenti di collegarsi alla rete wi-fi della propria università anche senza venire a Roma. Una prima fase del progetto sarà dedicata allo studio del territorio per individuare le localizzazioni di almeno altri 400 punti ( indicativamente 1-2 per ognuno dei 50 Comuni fino a 3000 abitanti, 2-3 per ognuno dei 30 Comuni tra i 3000 e i 10000 abitanti e una media di 5 per gli altri 40 Comuni maggiori).Per gestire la rete, l’Amministrazione provinciale avrà come partner "ProvinciAttiva", mentre la Facoltà di Ingegneria de La Sapienza avrà il ruolo di advisor scientifico, per le questioni legate all’irradiamento elettromagnetico. Inoltre con Cnr (area ricerche Rm1) e il consorzio interuniversitario Caspur, la Provincia sta mettendo a punto progetti per la gestione e l’integrazione delle reti.Nell’ambito della lotta al Digital Divide, che porterà all’organizzazione di confronti tra tutte le realtà interessate, saranno inoltre realizzati i "50 CC", centri di creatività e innovazione. Su tutto il territorio della provincia di Roma verrà allestita una rete di 50 centri di alfabetizzazione e promozione della cultura e della formazione attraverso le moderne tecnologie. Ogni centro avrà a disposizione un budget per tre anni da utilizzare per la dotazione tecnologica e per finanziare le attività culturali. L’idea di base è quella di riutilizzare alcuni spazi e riqualificarli per permetterne l’uso a tutti i cittadini.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > PianoInnovazione: Roma contro il Digital Divide