Pieraccioni e gli amori impossibili

Per il ritorno al cinema di Pieraccioni era logico attendersi la rodata formula che ha sin qui distinto i film dell’attore e regista toscano: simpatia, belle donne e amici un po’ fuori… dai canoni. "Ti amo in tutte le lingue del mondo", sceneggiato dall’inossidabile sodalizio Pieraccioni-Veronesi, è un film per il Natale, anche se di natalizio ha ben poco. Leonardo Pieraccioni veste infatti i panni di Gilberto, un insegnante di ginnastica alle prese con un’allieva disperatamente innamorata di lui. I quarant’anni di Gilberto assumono un fascino irresistibile agli occhi della liceale Paolina, interpretata dalla bella Maria Giulia Gorietti. Freddo alle avances di Paolina, Gilberto deve però fare i conti con la volontà della giovane allieva che lo ama così tanto da dirglielo, attraverso innumerevoli bigliettini, in tutte le lingue del mondo. Ossessionato dai bigliettini che la sedicenne va spargendo ovunque, Gilberto non sa proprio come sfuggire a questo amore "maniacale", che sfiora la follia quando l’innocente Paolina arriva al punto di minacciarlo di ucciderlo se dovesse scoprire che lui ha un’altra. Il problema è presto detto… il buon Gilberto ha davvero un’altra: Margherita.
Come se non bastasse, Gilberto deve poi pensare a Cateno (Giorgio Panariello), il fratello balbuziente, che infila il naso dappertutto ed ha la brutta abitudine di raccontare agli amici qualsiasi cosa sente. Proprio Cateno svela la storia agli amici nella lavanderia della città, raccontando di Paolina e dell’amore di Gilberto per Margherita (Marjo Berasategui) e di quel professore di matematica (Rocco Papaleo) che gliela sta rubando. L’allegria e la naturale tendenza agli amori sbagliati sono il sale di
"Ti amo in tutte le lingue del
mondo", al cinema dal 16 dicembre… con un sorprendente Francesco Guccini.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Pieraccioni e gli amori impossibili