Piero della Francesca e le corti italiane

Tra questi figurano Domenico Veneziano, Fra Carnevale, Pisanello, Leon Battista Alberti, Bono da Ferrara, Jacopo Bellini, Luca Signorelli, Rogier Van der Weyden, Pietro Perugino, Melozzo da Forlì, Lorenzo da Viterbo, Antoniazzo Romano, Pedro Berruguete. Doveroso sottolineare il grande interesse per quest’evento legato ad un artista capace di cogliere gli stimoli e le sollecitazioni della cultura del tempo, lasciando un segno indelebile nella storia dell’arte. "Piero della Francesca e le corti italiane" presenta poi novità nella conoscenza dell’artista, a partire dalla sua data di nascita (1412). La capacità di Piero di incidere nella cultura del tempo, il suo decisivo contributo alla formazione dell’arte ferrarese, umbra e delle Marche (un tempo sottovalutata), così come il ruolo di ambasciatore del nuovo stile e delle nuove idee nelle principali corti d’Italia – mantenendo, tuttavia, un’assoluta autonomia di vita e di pensiero e rifuggendo dal ruolo di pittore di corte – sono elementi che verranno messi in risalto nel percorso della mostra.L’appuntamento di Arezzo rappresenta un affascinante viaggio che, partendo dai luoghi d’origine di Piero, accompagnerà il visitatore tra le corti del rinascimento, ricostruendone clima, cultura, protagonisti, scambi e incontri, attraverso la figura del maestro e gli echi della sua arte. Presenti, accanto ad alcuni significativi capolavori del grande maestro, importanti lavori di artisti a lui contemporanei – dipinti ma anche codici, disegni, ori, medaglie, sculture e bronzi – provenienti da alcune delle più prestigiose collezioni internazionali. Ad attirare l’attenzione dei visitatori sarà però la presenza in mostra di quella che è stata ritenuta – già dal Longhi – la "prima opera" di Piero, ritrovata dagli organizzatori dell’evento dopo che, da oltre cinquant’anni, se ne erano perse completamente le tracce: una "Madonna con Bambino" che segna lo sbocciare di nuovi pensieri.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Piero della Francesca e le corti italiane