Pillola anti Celiachia: più liberi a tavola

Mentre la ricerca sulla Celiachia continua con scoperte interessanti come la diagnosi rapida attraverso il DNA, una nuova speranza arriva anche per quel che riguarda l’impatto sociale della malattia. Si sta infatti sperimentando quella che già viene definita come la "pillola anti Celiachia", ovvero una soluzione dedicata "a chi vuole avere la libertà di mangiare quello che crede, anche una pizza con gli amici". A rivelarlo è stato Alessio Fasano, un ricercatore italiano che da circa tredici anni lavora per l’Università del Maryland, negli Stati Uniti. "I primi test sull’ uomo della pillola anti Celiachia sono estremamente promettenti – ha rivelato Fasano al congresso dell’ Associazione italiana Celiachia (Aic) – Se tutto funzionerà nel modo corretto potremmo terminare i trials tra un anno, dopo aver esteso la sperimentazione finale a decine di migliaia di pazienti, anche in Italia”. Ma di che cosa si tratta? La pillola anti Celiachia si basa sulla Zonulina, una proteina capace di bloccare l’ aumento della permeabilità dell’ intestino dovuta al glutine. Dopo aver condotto la sperimentazione sui topi e, successivamente, con l’impegno di alcuni volontari, lo studio ha rivelato che nelle persone coinvolte "le pillole – afferma Fasano – associate ad una dieta con glutine, hanno fatto in modo che non si riscontrassero i classici sintomi, come la diarrea, con cui la malattia si manifesta". Prima di arrivare in commercio, "pillola anti Celiachia" dovrà affrontare numerosi studi ma, pur non costituendo una soluzione al problema, la scoperta riveste un carattere fondamentale. La pillola permetterebbe infatti di migliorare la qualità della vita negli individui malati, soprattutto nei giovani che, quando sono in gruppo, spesso vivono l’astensione dai cibi a base di glutine come una forte limitazione alla propria vita sociale.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Pillola anti Celiachia: più liberi a tavola