Pippo Baudo torna e si schiera contro Baila e l’adattamento dei format stranieri

Ballando con le stelle

Sono trascorsi solo pochi giorni dal ricovero in ospedale, ma Pippo Baudo è già tornato ad occuparsi del suo mondo, la televisione, anche se da dietro le telecamere. Intervistato dal settimanale “Oggi”, il celebre presentatore si sofferma sulla questione degli show danzanti, con la polemica che vede Milly Carlucci e la Rai opposti a Mediaset per la vicenda “Baila!”.

“Milly Carlucci ha ragione – spiega Pippo nell’intervista -, ‘Baila’ è un plagio, anche se giuridicamente la sentenza non sta in piedi. Gli elementi su cui il giudice ha basato la sua decisione (la gara, la giuria ecc.) sono talmente generici che paradossalmente potrebbero servire per sospendere anche il Festival di Sanremo”.

Il programma di Barbara D’Urso, modificato secondo le linee guida volute dal giudice, è andato comunque in onda, ma si tratta di una decisione provvisoria. Solo nei prossimi giorni sapremo se la trasmissione potrà andare avanti o se dovrà lasciare spazio a “Ballando con le stelle”. Quella dei format internazionali è però un moda che non piace a Pippo Baudo: “L’adattamento di format stranieri produce programmi freddi e noiosi, lontani dal gusto del pubblico italiano – spiega il presentatore a Oggi -. Il problema? Mancano progetti a lunga scadenza, i dirigenti televisivi vivono nella precarietà e hanno paura di sbagliare”. Che fine ha fatto la Tv che è cresciuta con i varietà di Pippo?

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Pippo Baudo torna e si schiera contro Baila e l’adattamento dei format stranieri