Pirateria: nuovo risultato negativo per l’Italia

A livello mondiale, lo studio registra un sostanziale pareggio rispetto al 2004, con il tasso medio di pirateria fermo al 35%. Un dato che è però frutto di tendenze profondamente diverse a seconda delle varie zone geografiche, raggiunto con l’equilibro tra paesi dove l’illegalità è molto diffusa ed altri dove il tasso è invece in decisa diminuzione. In questo contesto si inserisce l’analisi della situazione nel nostro paese, che torna a segnare un poco incoraggiante +3%, il peggior risultato percentuale dal 2000 (data di riferimento per l’ingresso in vigore di norme più restrittive in materia di copyright) ad oggi. In Italia si è infatti passati dal 50% registrato da IDC per il 2004, al 53% dello scorso anno. Naturalmente la crescita di software illegale incide negativamente anche nel fatturato del settore dell’informatica, con una perdita economica stimata di 1.564 milioni di dollari. In generale, è proprio l’Europa Occidentale a destare le maggiori preoccupazioni: le nazioni di quest’area mostrano complessivamente un aumento del tasso medio pari ad un punto percentuale, ma con aumenti superiori, oltre che in Italia, anche in Spagna e Portogallo (con variazioni del 3%) e Francia (dove la crescita è del 2%). A mostrare segnali confortanti sono invece le economie emergenti, segno che la combinazione di attività di sensibilizzazione del pubblico e di rigorosa applicazione delle normative cominciamo a produrre risultati tangibili. A livello internazionale, le percentuali della pirateria sono diminuite in oltre la metà (51) dei 97 Paesi esaminati nello studio di quest’anno, e aumentate in soli 19 mercati. In tutto il mondo, le perdite causate dalla pirateria software nel 2005 ammontano a 34 miliardi di dollari, con un incremento di 1,6 miliardi di dollari rispetto all’anno precedente.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Pirateria: nuovo risultato negativo per l’Italia