Pirati della strada: in aumento le donne

L’identikit del Pirata della strada è comunque quello di un maschio fra i 18 e i 44 anni, ubriaco nel 44% dei casi. Ma nel quadro generale assume un ruolo significativo anche la donna al volante. Infatti nel 2008 ben 22 pirati della strada avevano la "bandana rosa", pari al 9% dei 249 pirati identificati e denunciati alla magistratura, che stati ben il 77%.Nel 2007 furono 9 le donne pirata identificate, pari all’8,5% del dato complessivo. Attenzione però perché mentre il dato generale della pirateria stradale (conducenti maschi e femmine) è cresciuto nel 2008 del 100,6%, l’incremento delle donne pirata è del 144%. Secondo l’analisi dell’Osservatorio il Centauro-Asaps, le donne pirata sono piuttosto giovani, l’età media è di 29 anni e il rapporto con l’alcol non è occasionale, in 5 casi, pari al 22,7% del totale, le conducenti avevano superato i limiti di legge del valore alcolemico. Cinque dei 22 episodi di pirateria sono stati mortali per le persone investite. Numerosi anche quelli con conseguenze molto gravi per le vittime. In tre casi (13,6%) le conducenti erano straniere.Mentre per gli uomini il motivo che fa scattare la fuga è spesso ricollegato alla paura di perdere i punti della patente, alla mancata (o falsa) copertura assicurativa, al fatto di non voler sottoporsi all’esame dell’etilometro o al narcotest, o ancora alla mancanza del permesso di soggiorno per gli stranieri, le donne invocano frequentemente la paura come elemento scatenante questo comportamento di assoluta inciviltà.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Pirati della strada: in aumento le donne