Playboy: l’anticrisi si chiama Internet

Ecco allora la soluzione: una versione digitale della rivista. Dal prossimo 13 settembre gli amanti della rivista sexy per eccellenza potranno infatti accedere alla versione Internet del Web, magari evitando l’ormai classica, quanto imbarazzante, scenetta dall’edicolante. Christie Hefner, direttore generale di Playboy Enterprises, ha recentemente dichiarato: "Sempre più consumatori ottengono informazioni e divertimento online e sempre più investimenti pubblicitari si dirigono sul Web". Proprio per questo motivo si è quindi optato per un’edizione digitale del magazine che riprodurrà in modo fedele le pagine della rivista in edicola, fruibile dagli utenti nella singola copia o in abbonamento. Stando a quanto dichiarato dalla Hefner, il costo di una copia sarà lo stesso dell’edizione cartacea, mentre quello dell’abbonamento dovrebbe subire un leggero ritocco verso l’alto. Per il primo numero, online dal 13 settembre, la versione digitale di
Playboy proporrà le ragazze di Pac 10 e un’intervista all’attore comico americano George Carlin. Per gli interessati, mouse e carta di credito alla mano, l’indirizzo di riferimento è
www.playboydigital.com.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Playboy: l’anticrisi si chiama Internet