Poker online: primi tornei in Italia

Il 2 settembre rimarrà dunque una data storica per gli appassionati italiani di poker che ora non dovranno più rivolgersi esclusivamente ai siti esteri per giocare. Il gioco è infatti autorizzato e controllato dall’AAMS che, almeno per il momento, ha limitato orari di gioco e il numero di tornei autorizzati.La formula è quella dell’iscrizione a pagamento per "sedersi" al tavolo e contendersi a suon di poker, full e quant’altro il montepremi finale in denaro. Una formula, quella del Texas Hold’em con montepremi, che trasforma l’azzardo in una sfida di abilità. Ma non sono tutti a vederla così. Alcune associazioni dei consumatori invitano infatti a non esagerare: i soldi dell’iscrizione sono pur sempre veri.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Poker online: primi tornei in Italia