Ponte del 2 giugno in agriturismo

Il turismo ambientale ed enogastronomico – commenta la Coldiretti – è per molti l’occasione per abbandonare le città e riscoprire il gusto di stare insieme all’aria aperta, con i sapori semplici di una tradizione apprezzata, oltre che dai gruppi familiari, in misura crescente da comitive di giovani.

E se la buona tavola è una delle ragioni principali per scegliere l’agriturismo, sono sempre più spesso offerti programmi ricreativi come l’equitazione, il tiro con l’arco, il trekking o attività culturali come la visita di percorsi archeologici o naturalistici.

Ma la gita in agriturismo offre anche l’opportunità di far conoscere, soprattutto ai bambini, gli animali di fattoria (galline, mucche, cavalli), assistere alla mungitura o alla posa delle uova. Non mancano le offerte per imparare a fare il formaggio o la pasta fatta in casa e per scoprire affascinanti attrezzature agricole, moderne e del passato, dal vecchio aratro ai potenti trattori.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Ponte del 2 giugno in agriturismo