Premio Amnesty ai Modena City

I Modena City Ramblers si aggiudicano il premio grazie a "Ebano", canzone dell’album "¡Viva la vida, muera la muerte!", con la seguente motivazione: "per il testo altamente suggestivo, l’intensa melodia e soprattutto il tema trattato, strettamente legato alla campagna di Amnesty International ‘Mai più violenza sulle donne"’. Il testo del brano racconta infatti la storia di una ragazza africana emigrata in Italia in cerca di fortuna, ma costretta a prostituirsi. La ragazza, dal nome Perla Nera, chiede che ognuno si ricordi della sua storia perché "…lungo il viale verso la sera, ai miei sogni non chiedo più nulla". Con il conferimento del Premio Amnesty Italia a "Ebano", i Modena City Ramblers succedono a Daniele Silvestri, autore de "Il mio nemico" (2003), e Ivano Fossati, con "Pane e coraggio" (2004). Grande soddisfazione per Cisco, voce dei Modena City Ramblers, che ha dichiarato: "Siamo molto contenti di questo premio: le sensazioni che si provano in questi casi sono quelle di non sentirsi soli ed è la conferma che la strada dal nostro gruppo, scelta 13 anni fa, è quella giusta. Riconoscimenti come il Premio Amnesty Italia ci danno ancora più forza e motivazione per proseguire il nostro percorso".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Premio Amnesty ai Modena City