Presto tornerà la ‘fiorentina’

Tale decisione deriva dal fatto che dal 2001 la malattia della mucca pazza non è mai stata individuata in bovini di età superiore ai 28 mesi. La Coldiretti ha già fatto sapere che si tratta di una decisione che non lascia impreparati gli allevatori che “hanno investito sulla sicurezza e sulla qualità, come dimostra la riscoperta della storica razza chianina che in questi anni ha fatto segnare un vero boom (+34%)”. Con il parere espresso dall’EFSA che – riferisce la Coldiretti – è a favore dell’innalzamento a 21 mesi (con la possibilità di arrivare a 30) dell’obbligo di eliminare la colonna vertebrale, si apre di fatto la strada al ritorno della tradizionale bistecca con l’osso ottenuta dalla macellazione di animali di oltre 18 mesi. La Commissione Europea, alla quale spetta la decisione finale, ha ora – sostiene la Coldiretti – tutti gli elementi per decidere positivamente sul ritorno della fiorentina per le grigliate estive. Gli sforzi degli allevatori e l’introduzione, a partire dal 1 gennaio 2002, di un sistema obbligatorio di etichettatura completa delle carni bovine in circolazione sul mercato sono stati particolarmente apprezzati dai consumatori italiani – sottolinea Coldiretti – come dimostra il fatto che gli acquisti di carne bovina sono aumentati del 20 % rispetto ai livelli minimi registrati con il primo caso di mucca pazza, accertato in Italia il 13 gennaio 2001.A spingere i consumi, in attesa del sospirato ritorno della fiorentina, è stato anche il boom nelle campagne italiane di mucche e tori della storica razza chianina, per la quale dopo il rischio di estinzione si registra una crescita record sia negli animali allevati (+34%) che nel numero di allevamenti (+62%). La razza chianina, allevata da almeno 2200 anni, oggi può contare in Italia su oltre 38000 animali presenti in 1145 allevamenti e situati principalmente in Toscana. Si tratta – conclude la Coldiretti – della razza bovina più grande al mondo, tanto che con i tori raggiunge i 1700 chili di peso e i due metri di altezza al garrese mentre le mucche dal manto candido, pesano mediamente 800 – 900 chili anche se spesso arrivano a 1000.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Presto tornerà la ‘fiorentina’