Prevenzione e dieta mediterranea

E’ proprio questa formula "magica" a trasformare la dieta mediterranea in un ottimo strumento di prevenzione dei tumori, in particolare quello della
mammella. Lo confermano gli studi del progetto Mediet, realizzato dall’Unità operativa di Oncologia sperimentale e dal Registro tumori del Dipartimento oncologico dell’Azienda Civico di Palermo. Adottando alcune abitudini alimentari ispirate alla tradizione culinaria siciliana, è infatti possibile ridurre il livello di estrogeni e dei loro
prodotti potenzialmente dannosi, gli stessi che sarebbero direttamente legati allo sviluppo del tumore della mammella. La ricerca dimostra che, in donne sane, la dieta mediterranea può modificare sia quantitativamente che qualitativamente questi ormoni, diminuendo di conseguenza il rischio di cancro al seno. Per
giungere a queste conclusioni, gli esperti hanno selezionato 120 donne in postmenopausa,
suddivise equamente in due gruppi: uno ha seguito un regime alimentare specifico, mentre l’altro, di controllo, è stato lasciato libero di seguire la
dieta abituale. I piatti consigliati al primo gruppo sono stati realizzati in collaborazione con l’Istituto professionale Alberghiero "Paolo Borsellino" di
Palermo, che ha insegnato alle stesse partecipanti a preparare anche in casa le ricette in linea con le indicazioni. La dieta era basata sul consumo di verdure, pesce, legumi, cereali ed altri alimenti tipici della tradizione mediterranea. La sperimentazione, durata un anno ed intervallata da due momenti di verifica, è stata finanziata dal Comune di Palermo, dall’assessorato regionale all’Agricoltura e dalla Provincia Regionale.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Prevenzione e dieta mediterranea