Prevo.Lab: nel 2010 boom della cocaina

Insieme all’utilizzo di cocaina, gli esperti hanno poi stilato una previsione relativa a eroina, cannabinoidi e altre sostanze che sono sotto osservazione e che potrebbero influenzare i mercati futuri. Ma è proprio il consumo di cocaina a preoccupare di più gli esperti. Negli ultimi anni, infatti, si sta assistendo al consolidamento della pratica di vendita di "micro-dosi", con prezzi unitari molto bassi, affiancata alla costante distribuzione della dose "classica". Il mercato dei cannabinoidi e della cocaina stanno poi diventando contigui e la polidistribuzione e il policonsumo stanno diventando la regola. Secondo il Bollettino di Prevo.Lab, "Teoricamente tutti i consumatori della sostanza più diffusa (cannabis) possono diventare consumatori di cocaina. Dal punto di vista del potenziale reclutamento dei non consumatori, l’aumento può quindi essere altissimo. In questa direzione, si ritiene utile suggerire il continuo monitoraggio di questi dati per rafforzare la fondatezza dell’ipotesi avanzata". Quello della cocaina è quindi un mercato ampio ed in continua evoluzione. Rispetto allo scorso anno, e alla precedente previsione 2006-2009, il quadro non è sostanzialmente cambiato. L’utilizzo di cocaina sta aumentando e appare "normalizzato", in quanto ha assunto le caratteristiche di un consumo capillare e largamente diffuso.Anche per quanto riguarda l’eroina, le previsioni non sono rosee. Prevo.Lab ipotizza infatti una tendenza 2007-2010 di possibile sensibile incremento del numero dei consumatori. Il quadro non è comunque chiaro, anche se appare evidente l’inversione di una tendenza che vedeva il numero dei consumatori stabile o in decremento. Passando ai cannabinoidi, nel 2010 Prevo.Lab suppone un incremento del numero dei consumatori tra il 20 e il 30% rispetto al numero dei consumatori del 2007, ovvero un passaggio dagli attuali 3.500.000 a circa 4.5000.000. Da sottolineare che la previsione tiene comunque conto di un trend in costante crescita dal 1997 e come tale può essere soggetta a revisioni.Stabili sembrano invece essere i mercati "di nicchia" delle sostanze psicoattive etno-botaniche e delle droghe sintetiche, mentre destano preoccupazione gli inalanti come il popper.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Prevo.Lab: nel 2010 boom della cocaina