Proposta shock a Londra: il sesso va insegnato nelle scuole

image-for-social-media-other2

Sessualità e pornografia sono argomenti davvero delicati da affrontare perché ci colpiscono nella nostra sensibilità più profonda scatenando reazioni molto forti.

La situazione diventa ancora più delicata quando ci si trova a dover accostare questo argomento alla vita dei nostri figli, creature immacolate che vorremmo in qualche modo “preservare” da realtà così crude che molti associano ancora ad un’idea negativa di ciò che è“sporco” !

In Inghilterra il Sex Education Forum , un gruppo di oltre novanta organizzazioni sociali e di carità, ha deciso di affrontare questa problematica in modo diverso, distribuendo nelle scuole un  manuale con lo scopo di divulgare informazioni finalizzate ad una  migliore educazione sessuale per coadiuvare i genitori nel difficile compito di far crescere i loro figli con un’idea sana e realistica del sesso, visto come parte integrante dell’amore e tassello fondamentale per la felicità di una coppia evitando quelle distorsioni sull’argomento che si creano quando si viene a contatto con questo tema tramite la società, i social network o i media.

Il governo inglese ha appoggiato questa proposta lasciando libertà alle scuole sui temi da affrontare.

La reazione dei ragazzi, che si avvicinano al mondo della pornografia già all’età di 11-12 anni, è stata assolutamente positiva. Essi hanno sottolineato “il desiderio di ricevere un insegnamento equilibrato su questo argomento in modo da poterne valutarne pro e contro” mentre da parte dei genitori coinvolti e di molte associazioni quali il Family Education Trust la reazione è stata molto polemica. 

Essi hanno sottolineato come “certi temi vadano affrontati nell’ambiente intimo della famiglia  per evitare di diffondere un atteggiamento troppo libertino e superficiale che spinga i ragazzi ad affrontare la sessualità con leggerezza“.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Proposta shock a Londra: il sesso va insegnato nelle scuole