Quando la luna diventa un gigante

Mercoledì 22 giugno, infatti, milioni di persone potranno assistere ad uno spettacolo tanto insolito quanto interessante. Una luna piena dalle dimensioni gigantesche comparirà sopra le nostre teste. Naturalmente si tratterà di un effetto ottico, di un’illusione provocata dalla posizione del satellite terrestre rispetto alla linea dell’orizzonte. Il giorno dopo il solstizio d’estate, la luna sarà infatti la più "bassa" degli ultimi 18 anni. Ad annunciare l’imperdibile evento astronomico è stata la Nasa, definendolo uno spettacolo di "grande impatto". Come accennato si tratterà di un’illusione ottica, percepibile esclusivamente dal cervello umano e, di conseguenza, non registrabile con dispositivi elettronici come macchine fotografiche e telecamere. La mente umana paragonerà la luna con gli oggetti terrestri, tra cui case ed alberi, correggendo l’immagine della luna sullo sfondo e facendola apparire molto più grande del solito. Secondo alcuni ricercatori, il fenomeno sarebbe spiegabile attraverso una teoria sviluppata da Mario Ponzo nel 1913, nota come l’illusione del binario. Ponzo, che si dedicò allo studio dei processi percettivi, dimostrando che disegnando due linee orizzontali uguali su un binario che tende alla convergenza, la linea più prossima al punto di convergenza sembra più grande dell’altra. Non rimane che attendere il calar della notte e lasciarsi ispirare dal fascino della luna gigante.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Quando la luna diventa un gigante