R2D2: da Pisa un robot dedicato a Star Wars

Il robottino richiama infatti il droide R2D2 del film ed è stato realizzato in collaborazione con Microsoft Research per studiare il software di controllo di un robot che si muove ed opera insieme alle persone. Oltre a muoversi, R2D2 è poi capace di interagire con il mondo esterno. Tra le possibilità di impiego spiccano infatti quella di poter accompagnare eventuali visitatori presso vari uffici, rilevare informazioni sullo stato della struttura (temperatura, copertura della rete wireless) e, grazie al collegamento ad Internet tramite una rete wireless, fornire un numerosa serie di altri servizi. Per quel che riguarda il “vestito” del robottino, questo è composto da vetroresina e legno (a cura di Alberto Arzilli di Nuova Modellistica), con sensori capaci di percepire l’ambiente in cui è situato. Passando alla “silhouette”, R2D2 non passa certo inosservato, contando su misure di tutto rispetto: largo 90 cm per 1,5 m di altezza, arriva a pesare ben 150kg. Un cenno particolare va doverosamente fatto ai suoi realizzatori: dal responsabile professor Vincenzo Ambriola, al supervisore dottor Antonio Cisternino sino allo studente di dottorato Diego Colombo. Altri studenti hanno poi contribuito al progetto, assieme al Laboratorio Scalbatraio della Facoltà di Ingegneria che ha curato il telaio e la meccanica. L’appuntamento da non perdere è quello con la dimostrazione del prototipo, in programma alle 22.15 e 23.40 di giovedì 19 maggio e alle 19.15 e 22.10 di venerdì 20 maggio.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > R2D2: da Pisa un robot dedicato a Star Wars