Raffaella Fico non teme gli scandali: cita Belen e Canalis come esempi

Intervistata da Vanity Fair, Raffaella Fico ne ha per tutti. Anzi, per tutte. Dopo ave fatto parlare di sé per il topless all’Isola, senza dimenticare il pluri-inquadrato lato B, la showgirl diventa seria quando il settimanale tocca ferite scoperte: da Thyago Alves, che definisce “un pesce bollito” per la paura delle telecamere, al coinvolgimento nel Rubygate, passando per chi l’accusa di essersi rifatta il seno, fino “agli esempi” di Belen Rodriguez ed Elisabetta Canalis.

Che c’entrano le due super-vallette di Sanremo? Chiamata a confessare eventuali preoccupazioni per il suo futuro in Rai, e più in generale in TV, dopo essere stata chiamata in causa nello scandalo legato al caso Ruby, Raffaella Fico non teme ripercussioni sulla carriera: “In Rai lavorano molte persone che hanno in corso vicende giudiziarie legate a scandali di droga e alla prostituzione – spiega la showgirl -. Perché dovrebbero penalizzare proprio me? Guardi le ragazze che hanno presentato Sanremo: sbaglio o sono state coinvolte in scandali più pesanti del mio?”. L’ormai ex naufraga ha dunque le idee chiare e si difende così: “Se nessun magistrato mi ha mai contattato, vuol dire che non ho fatto nulla di male”. L’intervista integrale di Raffaella Fico è disponibile sul nuovo numero di Vanity Fair, da oggi in edicola.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Raffaella Fico non teme gli scandali: cita Belen e Canalis come esempi