Rai rinuncia, Mondiali su Sky

La televisione di stato trasmetterà solo le partite giocate dalla nazionale
azzurra, il cui numero dipenderà dal risultato che raggiungerà l’Italia nel
torneo, oltre alle semifinali e alla finale. In realtà, stando al contratto
siglato con l’organizzazione dei mondiali nel 2001, la Rai potrà trasmettere in
tutto 25 partite tra quelle ritenute più interessanti, anche non riguardanti
l’Italia se questa dovesse essere eliminata nelle fase iniziali. I diritti
televisivi dei 39 incontri rimanenti, compresi gli highlights, saranno invece
concessi in esclusiva a Sky
e, per vederli, occorrerà quindi abbonarsi al servizio satellitare a pagamento.
I vertici di Viale Mazzini hanno quindi ufficialmente rinunciato all’opzione su
tutte le partite formalizzata nel precedente contratto. Le cause di tale
dietro-front sono ovviamente di natura economica: per far valere l’opzione la Rai
avrebbe dovuto sborsare ben 82 milioni di euro in più. Gli appassionati del calcio avranno sicuramente un motivo in più, semmai ce ne fosse bisogno, per tifare la nazionale, mentre per mogli e fidanzate si prospettano serate “alternative”… astinenza calcistica permettendo.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Rai rinuncia, Mondiali su Sky