Raikkonen: la sfida a Massa e Schumi

Quanto basta a far capire come lui e il suo predecessore siano radicalmente diversi, a partire dall’approccio con tifosi e giornalisti. Kimi, per la prima volta in veste di pilota ufficiale della scuderia di Maranello, ha parlato dei suoi obiettivi e del suo modo di lavorare, radicalmente diverso da quello di Michael ma non per questo meno efficace. La volontà del finlandese è chiara, ovvero vincere gare, puntare al campionato e magari anche dimostrare in pista che nessuno dovrà rimpiangere il glorioso passato lasciato in eredità da Schumacher. Tutto questo, con la consapevolezza che partirà alla pari con il suo nuovo compagno di squadra, Felipe Massa. Il brasiliano non ha infatti la minima intenzione di iniziare la stagione da secondo pilota e parte con un vantaggio rispetto a Kimi, l’esperienza. Massa ha già corso un anno con la Ferrari, dimostrando ottime potenzialità nonostante il peso di un compagno di squadra “ingombrante” come Michael Schumacher. “Ho un’opportunità unica”, ha sottolineato Felipe, credendo nella possibilità di essere al posto giusto nel momento giusto. Naturalmente, per capire chi sarà il più veloce, tanto da guadagnarsi sul campo il titolo di primo pilota, occorrerà attendere le prime gare della stagione. Dunque, nessuna rivalità, ma tanta voglia di riportare in casa Ferrari il risultato più importante: il titolo mondiale.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Raikkonen: la sfida a Massa e Schumi