Rapporto Censis: Tv, Internet e cellulari

Il 74% degli intervistati ha motivato il mancato utilizzo del Web perché non sa usare il computer, mentre coloro che si connettono lo fanno per il 60,6% per scaricare le e-mail. Il 34% usa poi i motori di ricerca ed il 33% usa Internet per essere sempre aggiornato sulle ultime notizie. Diverso è anche il modo di porsi di fronte alla Rete, i giovani compresi tra i 14 e 17 anni utilizzano il Web soprattutto per divertimento, come dimostrano i dati, dai quali emerge che il 32,6% si mette in contatto con persone in ogni parte del mondo, il 46,5% utilizza le Chat per parlare con gli amici, mentre il 44,2% utilizza Internet per scaricare musica. Per gli adulti la Rete è una grande fonte di informazione, il 50,4% delle persone comprese tra i 30 ed i 44 anni utilizza infatti Internet per tenersi sempre informato sulle ultime notizie. Come i Pc, anche i cellulari sono molto diffusi, ma anche qui le potenzialità degli apparecchi vengono utilizzate solo in piccola parte. Nonostante l’Italia sia uno dei paesi con maggior numero di telefonini, per il Censis il 77,6% degli italiani ne possiede almeno uno, molti non conoscono nemmeno le funzioni del proprio apparecchio. Solo il 38% delle persone è a conoscenza della possibilità di usare il video per giocare, un dato che raggiunge però il 70,7% tra coloro che hanno meno di 17 anni. I telefonini, nonostante le funzionalità offerte da GPRS e UMTS, non vengono quasi mai utilizzati per connettersi ad Internet, mentre il 69,1% li usa per scambiarsi messaggi SMS ed il 6,4% usa poi il cellulare per giocare. Ancora poco utilizzati sono gli MMS, solo il 6,2% li invia e li riceve, una percentuale che arriva al 10% nella fascia di età compresa tra 14 e 17 anni. Non sempre però le funzionalità aggiuntive non vengono impiegate per la scarsa conoscenza del proprio telefonino, il 61% degli utenti dichiara infatti di non sentirne la necessità, mentre il 22% si dice dissuaso dagli costi elevati. Nel rapporto del Censis rientra anche la Tv, verso la quale sta nascendo un atteggiamento più lucido e maturo da parte degli utenti. Il 70% accende la Tv per un motivo preciso e il 42% la spegne se non vi trova nulla che gli piace (52,9% tra diplomati e laureati). Il 40,3% segue poi un programma se tratta di argomenti di interesse ed il 64%, dopo aver acceso la Tv, si mette comodo a guardarla, mentre solo il 25% la usa come sottofondo se non gli piacciono particolarmente le cose che trasmette. Per il 35% la Tv fatta con le persone che si insultano è considera volgare ed il 26% è soddisfatto se ha capito qualcosa di un evento che lo interessa. Un dato inquietante arriva dal 15% degli utenti che ha l’impressione che in fondo sia “tutto finto”. Ulteriori dati sul Rapporto Annuale 2004 del Censis sono disponibili nel sito Internet www.censis.it.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Rapporto Censis: Tv, Internet e cellulari