Revisionismo gay secondo Brown

Se è vero, come è vero, che la storia la scrivono sempre i vincitori, il tentativo di riportare, a distanza di decenni o di secoli, una maggior obiettività nella ricostruzione dei fatti non può che essere operazione auspicabile. Revisionisti furono, ad esempio gli storici degli
"Annales", un gruppo di intellettuali francesi cui si deve la nascita della storia economica e sociale, superando la, fino ad allora dominante, visione politica e militare. Questo, senza dubbio, deve essere stato lo spirito che ha mosso il solito Dan Brown nella stesura del suo ultimo romanzo. Maestro insuperabile nel confezionare thriller esoterici, ancor più lo si è dimostrato nello scatenare polemiche roventi negli ambienti culturali più disparati. Fino ad ora erano stati passati al vaglio del revisionismo brawniano
l’Opus Dei e la Chiesa cattolica, la NASA, l’Agenzia di Sicurezza Nazionale, i Templari e la Massoneria. Stavolta, però a farne le spese sembrerebbero essere gli stessi padri fondatori degli Stati Uniti. Il nuovo romanzo, infatti, descrive le attività di cinque degli
"architetti" più significativi del paese che ebbero un ruolo centrale per la firma della dichiarazione
d’Indipendenza, evocando torbide ambientazioni omosessuali, in cui uomini bianchi, ricchi, in ricciolute parrucche sembrano più interessati alla fornicazione piuttosto che al progresso ed al benessere dell’umanità. Naturalmente le reazioni degli attivisti gay non si sono fatte attendere bollando Brown come un omofobo che vuole sfruttare la storia di questi amori omosessuali come un altro stratagemma per spillar quattrini al suo pubblico. Questo attacco ai
"valori americani tradizionali" non sembra esser stato gradito neanche da Bill Frist, il leader
repubblicano del Senato, che ha definito Dan Brown un agitatore determinato a danneggiare l’ultimo scampolo di decenza che rimane in America. Ancora polemiche, quindi, ma anche un notevole e gratuito battage pubblicitario per
"The Solomon Key", che guarda caso, sarà nelle librerie in tempo utile per la Festa
d’Indipendenza.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Revisionismo gay secondo Brown