Rivoluzione postale: il portalettere telematico

Il servizio, oltre che a Roma, verrà attivato inizialmente nelle città di Verona, Torino, Prato e Milano. Saranno però oltre 11 mila i portalettere telematici che lavoreranno su tutto il territorio italiano entro l’anno. Il nuovo sistema messo a punto da Poste Italiane garantirà tra l’altro, in modo capillare, un servizio più efficiente nella consegna della corrispondenza registrata.

I postini saranno infatti sempre collegati, grazie al palmare, con tutta la catena logistica di Poste Italiane, potendo offrire al cliente informazioni aggiornate, ad esempio, sulla consegna a destinazione degli oggetti spediti. Inoltre, come accennato, per molte operazioni non sarà più necessario recarsi presso gli uffici postali, con evidente risparmio di tempo per i consumatori. Lo conferma lo stesso amministratore delegato Massimo Sarmi: "L’aspetto fortemente innovativo di questo sistema è che, grazie al terminale, il postino porterà i servizi postali a domicilio".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Rivoluzione postale: il portalettere telematico