Roma: 990 euro per una birra in Via Veneto

Avvicinato da uomo, il turista di Hong Kong (residente in Germania) è stato invitato ad accomodarsi in un bar di Via Veneto. Dopo avergli servito una birra, la stessa persona ha poi presentato allo straniero un conto esorbitante di ben 990 euro! Grazie a qualche lamentela, il turista era però riuscito ad accordarsi per la più "modica" cifra di 490 euro, ma le sorprese non potevano finire lì. Al momento del pagamento, effettuato con carta di credito, all’uomo è stato infatti addebitato l’intero importo di 990 euro. Troppo ingenuo? No, spaventato. Il turista ha infatti dichiarato: "Quando è arrivato il conto, ho pensato che fosse più sicuro pagare. Ero spaventato da quello che sarebbe potuto succedermi se non l’avessi fatto". Del fatto, accaduto lo scorso aprile, se ne sta occupando l’avvocato Sergio Scicchitano, delegato del sindaco di Roma alla Tutela dei Consumatori, ma non si tratterebbe di un caso isolato. Pochi mesi fa, infatti, un turista americano si era sentito chiedere 980 euro per due birre. Prendendola con ironia, si potrebbe affermare la fortuna del cittadino americano è stata quella di esserci caduto nell’happy hour!

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Roma: 990 euro per una birra in Via Veneto