Roma: Gauguin in mostra al Vittoriano

L’esposizione ripercorre l’intera parabola dell’artista francese, sottolineandone un legame insospettato con la classicità e la grandezza di Roma, città che l’artista francese non ha mai visitato. La rassegna "Paul Gauguin, artista di mito e sogno" è stata curata dallo storico dell’arte americano Stephen Eisenman, in collaborazione con Richard Brettel, che insieme hanno selezionato le opere per mettere in risalto questa componente poco indagata di Gauguin: il suo tributo alla romanità, nell’inseguire un’età aurea, perduta per sempre, anche nelle atmosfere tropicali della Polinesia.I capolavori in mostra provengono da importanti musei pubblici e prestigiose collezioni private di tutto il mondo, tra cui spiccano il Museo dell’Ermitage di San Pietroburgo, la National Gallery of Art di Washington e la Ny Carlsberg Glyptotek di Copenhagen, ripercorrono l’intero cammino della vita e dell’opera del pittore da cui traspare la costante ricerca di una sorta di mitico Eden, il sogno di un luogo remoto sospeso nel tempo in cui regna una pace perfetta e un’abbondanza felice.Come sottolinea Stephen F. Eisenman, "nessun artista, né prima né dopo, ha così assiduamente raffigurato l’incontro tra un colonizzatore europeo e gli indigeni, né trasformato in modo così radicale tale difficile rapporto in opere altrettanto incantate ed inquietanti. Gauguin, l’artefice di miti e sogni, Gauguin il Simbolista era anche Gauguin il virgiliano ed il classicista, i cui modelli di pensiero sono strettamente legati all’arte ed alle tradizioni letterarie di Roma antica".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Roma: Gauguin in mostra al Vittoriano