Roma Jazz Festival compie trent’anni

Forte di un programma caratterizzato da un corpo organico e ricco di personaggi di spicco, oltre che di talentuose nuove proposte, il festival romano attraverserà tutti i caratteri del Jazz, passando dall’approccio più classico al genere, fino alle derive sperimentali. I luoghi di Roma Jazz Festival saranno così uniti da un unico filo conduttore, capace di dar vita ad un Festival Collettivo che si dipanerà tra l’auditorium Parco della Musica (per i grandi eventi), la Casa del Jazz (per le giovani promesse e per i più famosi artisti italiani ed internazionali main stream e new bop) e La Palma Club (per le proposte di avanguardia con latin jazz e blues a farla da padroni).Ideato e diretto da Mario Ciampà, che si avvale di Marco De Persio di La Palma Club, Luciano Linzi della Casa del Jazz e Flavio Severini dell’Auditorium Parco della Musica, il Roma Jazz Festival 2006 propone (tra gli alti): John Zorn e Terry Callier per l’apertura di martedì 11 luglio; i Take 6 venerdì 14; Maria Pia De Vito, Danilo Rea ed Enzo Pietropaoli con il progetto "So right" domenica 16; il Paolo Fresu Quintet lunedì 17; Trio Beyond (Jack De Johnette-John Scofield-Larry Goldings) martedì 18; Bill Frisell Quintet giovedì 20; Toots Thielemans venerdì 21; Enrico Pieranunci e Ada Montellanico con il progetto "Danza di una ninfa" domenica 23; Ron Carter Trio lunedì 24; Hank Jones e Roberta Gambarini mercoledì 26. Chiusura il 27 luglio con Savage Jazz Dance Company alla Casa del Jazz. L’intero programma è disponibile sul sito ufficiale dell’evento.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Roma Jazz Festival compie trent’anni