Saldi: caccia all’affare, schivando i tranelli

Di seguito le regole da seguire:1 – le regole commerciali che vigono durante queste vendite sono le stesse di qualsiasi altro periodo. Per cui si paga con gli stessi metodi (contanti e carte varie); ci si rivale nei confronti del commerciante solo in caso la merce acquistata abbia difetti di produzione o di conformità (a); l’eventuale cambio della merce non difettata è solo a discrezione del commerciante, per cui è opportuno informarsi di questa disponibilità fin dal momento dell’acquisto (se cambiano solo la merce o danno un buono-acquisto valido per quanto tempo e per quali gamme di prodotti).2 – Attenti ai finti saldi. Cioè prodotti che hanno un prezzo scontato e un prezzo pieno entrambi falsi, dove quello scontato è molto simile a quello pieno in periodo non di saldi. Per ovviare a questa furbizia, c’è solo un metodo: farsi un giro nei negozi prima che parta il periodo dei saldi, verificare la merce che interessa e prendere appunti sui prezzi indicati e poi raffrontarli con quelli pieni indicati sui cartellini dei saldi. Ricordarsi che il grande potere che ha il consumatore è il non-acquisto, penalizzando i commercianti che fanno i furbi, facendoglielo notare e dicendo a tutti i propri conoscenti di non fare acquisti presso questi esercenti.(a) A questo indirizzo è disponibile una scheda pratica sulla garanzia di due anni offerta dal venditore, e su come eventualmente valersene.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Saldi: caccia all’affare, schivando i tranelli