Salute, notizie si cercano sul Web

Dall’analisi delle pagine Web emergono buone notizie: le informazioni mediche e sanitarie reperibili sui siti italiani sono risultate generalmente di buona qualità, sia per quel che riguarda l’attendibilità, che per la facilità e gli aggiornamenti. Che si tratti di siti generalisti, istituzionali, farmaceutici o delle associazioni dei malati, l’offerta di contenuti mantiene buoni standard qualitativi: il 76% delle pagine Web offre informazioni aggiornate sui temi della sanità; il 72% fa riferimenti a fonti autorevoli; il 61% consente possibilità di approfondimento e supporto. Solo il 19% esplicita poi il codice di condotta per la tutela della privacy, il 18% propone pubblicità commerciale e nel 13% dei casi, compaiono pubblicità a iniziative di interesse sociale. Tra i "temi chiave" affrontati nelle home page, compaiono: ricerche e congressi (64%), specifiche patologie (43%), associazionismo di medici o malati (42%) e riferimenti diretti alle normative in tema di sanità (32,6%) e sul diritto alla salute e dei diritti del malato (13,7%). Spesso si parla poi di farmaci (28,4%) e di prevenzione (25,8%), nonché di tematiche legate al benessere inteso in chiave moderna: alimentazione e dieta (21%), sport e fitness (12%), ambiente (10%). Poco spazio viene invece dedicato ai fatti "malasanità", con riferimenti che sfiorano un modesto 2%. Sono poi molti i siti che offrono informazioni poco approfondite, senza fornire il riferimento a fonti autorevoli. Questi sono solo alcuni dei dati emersi dalla ricerca del Forum biomedico sulla comunicazione e la salute, che ha visto quest’anno la realizzazione di un’indagine sulla via italiana all’e health.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Salute, notizie si cercano sul Web