Sara contro tutti: la Tommasi sceglie la via dell’hard?

Dalla vicenda dei Bunga Bunga ai video in topless davanti ai bancomat… fino ai film a luci rosse: Sara Tommasi avrebbe deciso di darsi all’hard e la notizia sembra tutt’altro che campata in aria. Nelle scorse ore, infatti, il blog di Roberto D’Agostino ha descritto nei particolari questa nuova fase della carriera della showgirl di Narni, con tanto di reazioni scioccate da parte dei genitori e le motivazioni di questa scelta.

Perché, allora, Sara Tommasi avrebbe deciso di diventare la protagonista di un film hard? Tutto sarebbe nato dopo la visione da parte di Sara del filmino amatoriale di Belen Rodriguez, finito in Rete con grande clamore e senza recare danno alla showgirl argentina. Per qualcuno, anzi, quelle immagini piccanti avrebbero addirittura giovato alla popolarità di Belen. Tra questi c’è anche Sara che, secondo alcune fonti, avrebbe scelto di buttarsi nel mondo dell’hard proprio per riconquistare quella visibilità che era andata scemando negli ultimi tempi.

Dai backstage e dai video-spot piccanti per Marra si è così passati alla fase hard. Il condizionale sarebbe d’obbligo, peraltro già utilizzato abbondantemente in questo articolo, ma la dovizia di particolari di cui è intrisa la vicenda lascia pochi dubbi. Come sul viaggio in Svizzera di Sara Tommasi che, vestita solo di una vistosa parrucca di colore biondo platino, si sarebbe prodigata sul set al fianco di Leonardo Conti e Manzo Del Toro… due attori noti nel settore. Il rischio che si tratti di una bufala non manca, peraltro come date e titolo del film: in uscita a novembre, il Dvd si intitolerà Sarà contro tutti. Su internet è già partita la caccia al download, ma le uniche immagini da scaricare, sempre se arriveranno online, saranno quelle dell’anteprima prevista per il prossimo 6 luglio. Le date sono state fornite a Dagospia dal produttore Federico De Vincenzo.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Sara contro tutti: la Tommasi sceglie la via dell’hard?