Scuola: ammonizione prima del 5 in condotta

Il Consiglio dei ministri ha dunque approvato i nuovi criteri sul voto in condotta che prevedono una seconda chance per gli studenti "caldi". Il Cdm ha inoltre elencato una serie di comportamenti che possono giustificare il 5 in condotta per evitare eccessiva discrezionalità e possibili atteggiamenti "intimidatori" da parte di professori e incaricati scolastici. Secondo il ministro Gelmini, tale regolamento rappresenta un riconoscimento per gli studenti più disciplinati e non una punizione per gli altri, in quanto il comportamento inappropriato viene punito solo in caso di recidività.Tra le altre novità introdotte, segnaliamo la reintroduzione dell’educazione civica e il fatto che l’educazione fisica farà media: entrambe serviranno proprio a promuovere comportamenti corretti, nella vita e a tavola.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Scuola: ammonizione prima del 5 in condotta