Second Life Viewer diventa Open Source

La scelta di Linden Lab rappresenta il primo importante passo verso una piattaforma aperta allo sviluppo e non vincolata ai limiti di un sistema proprietario chiuso. Il Second Life Viewer, liberamente scaricabile dal sito, viene usato da abbonati e "Residenti" per accedere al mondo 3D e controllare i propri avatars (gli alter ego virtuali), interagire con gli altri via Instant Message, creare contenuti, comprare e vendere oggetti, accedere alle risorse multimediali e navigare nell’ambiente virtuale. Sull’apertura alla community del codice di Second Life Viewer, Philip Rosedale, CEO e fondatore di Linden Lab, ha commentato: "Sentiamo di avere la responsabilità di migliorare e di far crescere Second Life il più rapidamente possibile. Siamo stati il primo mondo virtuale a consentire ai creatori di contenuti di possedere la Proprietà Intellettuale delle loro creazioni.Ora mettiamo lo sviluppo di Viewer nelle mani di Residenti e sviluppatori. Cory Ondrejka, CTO di Linden Lab, preannuncia invece un futuro completamente all’insegna dell’Open Source, pur sottolineando che la società continuerà a fornire supporto, oltre ad una versione ufficiale e stabile della piattaforma, la quale potrà però avvalersi di alcune delle più importanti migliorie sviluppate dalla community. Codice Open Source e informazioni sono disponibili a questo indirizzo: http://secondlife.com/developers/opensource.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Second Life Viewer diventa Open Source