Serate alcoliche, i giovani a quota 4 bicchieri

Nel corso dell’Alcohol Prevention Day 2008 sono stati presentati i risultati dell’indagine che hanno esaminato i consumi dei giovani in una serata tipica: in media il 35,7 % dei giovani dichiara di consumare 1-2 bicchieri, il 27,8 % da 3 a 5 bicchieri, mentre due su dieci si ubriacano bevendo oltre 6 bicchieri.

Il picco di prevalenza dei consumatori a rischio si verifica tra i 19-24enni per poi diminuire oltre i 25 anni per entrambi i sessi. Nel corso dell’intero decennio 13-24 anni si registrano parallelamente gli esiti fatali e non fatali conseguenti ai più elevati livelli di rischio alcol correlato per i giovani, come dimostrato dal fenomeno delle morti del fine settimana.

Che cosa può convincere i giovani a non bere? Si fanno, oggi, numerose iniziative rivolte al "Guidatore Designato" per ridurre la mortalità tra i giovani , il pilota, il "sobrio espiatorio" predestinato al trasporto sicuro a casa di compagni alticci. Ma per risultare efficaci bisogna anche conoscere quali sono le motivazioni che potrebbero spingere un giovane a non bere.

I ricercatori hanno cercato al risposta intervistando i giovani stessi, ottenendo risposte più o mneo insolite: un premio importante per chi rimane astemio (74%); partecipare a un reality show (70%); il fatto di avere la responsabilità di portare a casa gli amici (58%); le pressioni degli amici (44%); il divieto di servire alcolici all’interno dei locali notturni (31%); i controlli della polizia (23%); una campagna pubblicitaria (14%). Il 18%, infine, risponde un secco e preoccupante "niente".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Serate alcoliche, i giovani a quota 4 bicchieri