Serie 1. BMW senza compromessi

Un’auto dal design originale e molto personale, dal carattere
marcatamente sportivo. Il passo è lungo,la
linea del cofano spiovente ed il frontale è caratterizzato dalla classica
mascherina BMW e da gruppi ottici anteriori a quattro elementi carenati. Grazie
alle sue quattro porte, al grande cofano posteriore e ad un abitacolo dalla
massima versatilità, la BMW Serie 1 entra di prepotenza nel settore delle medie
compatte. Lo schema tecnico è quello tradizionale BMW, motore anteriore a
trazione posteriore, inedito su auto di questa categoria ma dalle prestazioni
dinamiche garantite dall’efficace uso dell’elettronica e delle sospensioni
Multilink a cinque braccia. L’erogazione della potenza su strada risulta
infatti molto fluida, la guida pulita e precisa. Lo studio aerodinamico in
galleria del vento è molto curato, la casa dichiara infatti un coefficiente Cx
record di 0.29. La BMW Serie 1 accoglie comodamente cinque passeggeri. I
sedili offrono comfort nei lunghi viaggi e una ritenuta sicura sul misto. Grazie
al suo divano posteriore divisibile separatamente, il vano bagagli risulta
estremamente flessibile, con un capacità di carico che varia da 330 a 1.150
litri. L’allestimento interno rispetta il design e l’ergonomia dei ultimi
modelli firmati Bangle. La strumentazione e soluzioni tecnologiche sono al top
della categoria. Non poteva mancare il sistema per il controllo integrato iDrive,
premendo, ruotando e spostando il Controller nella console centrale, vengono
gestite e avviate tutte le funzioni secondarie e di comfort. Disponibili inoltre moltissime personalizzazioni, navigatore
satellitare, l’interfaccia Bluetooth per il vivavoce, fari bi-xenon, sedili
sportivi con regolazione della larghezza dello schienale e il nuovo sistema
“key-less”, una carta magnetica che sostituisce la chiave per
l’avviamento della vettura.L’introduzione sul mercato della BMW Serie 1 a settembre
avverrà con quattro motorizzazioni. Due alimentate a benzina, un millesei e un
due litri. La 116i eroga 85 Kw (115cv) con 150 Nm di coppia massima a 4300 giri,
mentre la più potente 120i raggiunge i 110 Kw (150 cv) con una coppia massima
di 200 Nm a 3600 giri. Entrambi i propulsori sono equipaggiati del sistema di
regolazione variabile dell’albero a camme Doppio Vanos, progettati dalla casa
bavarese per raggiungere un elevato rendimento ad alti regimi, mantenendo i
consumi ottimali a carico parziale. Le due motorizzazioni diesel sono dotate di
tecnica d’iniezione Common Rail dell’ultima generazione, con turbocompressore a
geometria variabile e intercooler ed erogano 90 kW (122 CV) sulla BMW 118d e 120
kW (163 CV) sulla BMW 120d. Prestazioni come al solito esaltanti, in linea con
la più che apprezzata produzione motoristica BMW.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Serie 1. BMW senza compromessi