Serie A: Milan ritrova Gilardino e vittoria

Il presidente De Laurentis nel dopogara se la prende con i cambi tardivi di Reja ma, sabato sera, nemmeno il Napoli di Maradona avrebbe battuto quest’Inter, figuriamoci il Napoli tecnicamente modesto di Lavezzi. La Juventus supera un’altra prova di maturità (1-1 in casa della Fiorentina) dimostrando di poter rinunciare al proprio capitano Del Piero anche nelle partite di livello, aprendo un nuovo capitolo della saga del rinnovo del contratto che non avrebbe davvero bisogno di altre appendici. Siena e Torino escono dalla crisi trovando il primo successo pieno, rispettivamente 3-0 all’Empoli e 1-0 alla Sampdoria. Atalanta e Udinese fanno poco per superarsi (0-0) anche se Zampagna, calciando il rigore sulla traversa, esaurisce le ultime possibilità di vedere un risultato diverso rispetto a quello di partenza.Il Livorno cade ancora (1-0 a Catania) e la panchina di Orsi sembra essere la prima seriamente a rischio in serie A. Peccato perché l’ex portiere della Lazio ha davvero poche colpe rispetto ad una rosa non certamente all’altezza dei soldi incassati dalla cessione di Cristiano Lucarelli. Deludente il Palermo (1-1 in casa con la Reggina) che non sembra riuscire a fare il salto di qualità che sembra invece essere riuscito al Genoa, terza vittoria consecutiva (2-0 al Cagliari) guidato da un super Borriello. Nel pomeriggio di domenica, prima del posticipo, le convocazioni del ct Donadoni per la partita contro la Georgia : fuori Del Piero, Gilardino e Inzaghi, si rivedono Bonera (grazie anche alla squalifica di Cannavaro) e Mauri che approfitta degli infortuni di Perrotta, Aquilani e Camoranesi. Confermato anche Quagliarella nonostante il momento non certo brillante, mentre si rivedono Grosso, Foggia e il due di panzer emigrati Toni e Lucarelli..

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Serie A: Milan ritrova Gilardino e vittoria